Infonauti o della bulimia in Rete

Un quotidiano riporta le pagine di approfondimento al proprio interno come ha provveduto a fare La Repubblica, un settimanale può essere accompagnato da un fascicolo (cfr. femminili con speciali sfilate), un telegiornale dedica tempo e servizi più lunghi per inchieste che non possono essere riassunte in pochi minuti (vedi TV7 del Tg1). Un sito o, più propriamente data l’evoluzione delle maggiori testate italiane on line, un portale di informazione deve prevedere un modello appositamente studiato per i diversi speciali. Per aree tematiche di interesse (cronaca, cultura, economia, politica, sport, etc.) secondo i livelli di navigazione in cui è ordinato il portale e nel pieno rispetto del piano editoriale.


Il video postato su Youreporter dell’alluvione di Messina può diventare una testimonianza diretta di un evento soprattutto se non si ha un inviato sul posto (i video di Giampilieri e di Scaletta Zanclea condivisi dai testimoni sulle loro pagine Facebook o postate sui canali preposti su Youtube o Youreporter).

In Rete si lavora in tempo reale e in tempo reale si inseriranno notizie sempre aggiornate per contribuire a informare nella migliore modalità possibile l’utente (vedi pagina sotto della diretta del quotidiano www.repubblica.it in occasione del terremoto in Abruzzo). Sul Web i lavori (e le dirette) sono sempre in corso.

Infonauti o della bulimia in Reteultima modifica: 2009-10-30T11:02:00+01:00da principian2
Reposta per primo quest’articolo

Add a Comment